Home Statuto
Statuto ANTEAS PDF Stampa E-mail

Art. 1 - Costituzione
1. E' costituita l'associazione di volontariato denominata "Migliorare Il Futuro ANTEAS Foligno", sulla base delle norme della 266/91.
2. Essa ha sede legale in Foligno via La Louviere, 1, è apartitica, non persegue fine di lucro neanche in forma indiretta, i proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi fra gli associati neanche in forme indirette, ha durata illimitata e la sua struttura è democratica.

Art. 2 - Finalità
1. - L'associazione persegue finalità di carattere sociale e culturale, senza scopo di lucro. Tutte le cariche associative sono gratuite.

Art. 3 - Associati
1 - Sono associati coloro i quali sottoscrivono l'atto costitutivo e quelli che fanno domanda di adesione che può essere approvata, a giudizio insindacabile, dal Consiglio Direttivo.
2 - Nella domanda di adesione l'aspirante associato dichiara di accettare senza riserve lo statuto dell'associazione. L'iscrizione decorre dalla data di delibera del Consiglio Direttivo.
3- Gli associati cessano, con effetto immediato di appartenere all'associazione per:
- dimissioni;
- morte;
- indegnità deliberata dal Consiglio Direttivo
4 - L'attività degli associati deve essere libera, volontaria, prestata in forma gratuita.

Art. 4 - Diritti ed obbliqhi degli associati
1 - Tutti gli associati hanno diritto a partecipare alle assemblee, a votare direttamente o per delega, a svolgere il lavoro preventivamente concordato e a recedere dall'appartenenza all'associazione.
2 - Gli associati sono tenuti a rispettare le norme del presente statuto, a pagare le quote sociali ed i contributi dell'ammontare fissato dall'assemblea ed a prestare il lavoro preventivamente concordato.

Art. 5 - Organi

1 - Sono Organi dell'associazione:
- l'assemblea;
- il Consiglio Direttivo;
- il presidente;
- il segretario.

Art. 6 - Assemblea

1 - L'assemblea è costituita da tutti gli associati.
2 - Essa si riunisce, in via ordinaria, una volta l'anno e, in via straordinaria, ogni qualvolta il presidente lo ritenga necessario.
3 - Le riunioni sono convocate dal presidente, con predisposizione dell'ordine del giorno indicante gli argomenti da trattare, almeno 15 giorni prima della data fissata, con comunicazione scritta (posta prioritaria, lettera espresso o raccomandata, telegramma, fax).
4 - La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno un terzo degli associati; in tal caso il presidente deve provvedere, con le modalità di cui al comma 3, alla convocazione entro 15 giorni dal ricevimento della richiesta e l'assemblea deve essere tenuta entro trenta giorni dalla convocazione.
5 - In prima convocazione, l'assemblea è regolarmente costituita con la presenza della metà più uno degli associati, presenti in proprio o per delega da conferirsi ad altro associato. In seconda convocazione, essa è regolarmente costituita con la presenza di almeno un terzo degli associati, presenti in proprio o per delega.
6 - Ciascun associato non può essere portatore di più di 2 deleghe.
7 - Le deliberazioni dell'assemblea sono adottate a maggioranza semplice dei presenti, fatto salvo quanto previsto negli articoli 16 e 17.
8 - L'assemblea ha i seguenti compiti:
- eleggere i membri del Consiglio Direttivo;
- approvare il programma di attività proposto dal Consiglio Direttivo;
- approvare il bilancio preventivo;
- approvare il bilancio consuntivo;.
- stabilire l'ammontare delle quote associative e dei contributi a carico degli associati; 
- approvare o respingere le modifiche dello statuto;
- deliberare lo scioglimento dell'associazione.

Art. 7 - Consiglio Direttivo
1 - Il Consiglio Direttivo è eletto dall'assemblea al suo interno ed è composto da 3 membri.
2 - Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta ogni 3 mesi.
3 - Le riunioni sono convocate dal presidente, con predisposizione dell'ordine del giorno indicante gli argomenti da trattare, almeno dieci giorni prima della data fissata, con comunicazione scritta (posta prioritaria, lettera espresso o raccomandata, telegramma, fax).
4 - La convocazione può avvenire anche su richiesta di almeno un terzo dei componenti; in tal caso il presidente deve provvedere, con le modalità di cui al comma 3, alla convocazione entro dodici giorni dalla richiesta e la riunione deve avvenire entro venti giorni dalla convocazione.
5 - In prima convocazione il Consiglio Direttivo è regolarmente costituito con la presenza della metà più uno dei componenti effettivi. In seconda convocazione esso è regolarmente costituito con la presenza di almeno un terzo dei componenti.    .
6 - Le deliberazioni sono adottate a maggioranza semplice dei presenti componenti effettivi; in caso di parità di voti prevale il voto del presidente o di chi lo sostituisce.
7 -Il Consiglio Direttivo ha i seguenti compiti:
-eleggere il presidente;
-nominare il segretario;
-fissare le norme per il funzionamento dell'associazione;
- determinare il programma di lavoro in base alle linee di indirizzo contenute nel programma generale approvato dall'assemblea, promuovendone e coordinandone l'attività e autorizzandone la spesa;
- accogliere o respingere, a suo insindacabile giudizio, le domande degli aspiranti
associati;
- ratificare, nella prima riunione utile, i provvedimenti di propria competenza adottati dal presidente per motivi di necessità e di urgenza;
- sottoporre all’approvazione dell’ assemblea i bilanci preventivo e consuntivo annuali.

Art. 8 - Presidente

1 - Il presidente, che è anche presidente dell' assemblea e del Consiglio Direttivo, è eletto da quest'ultimo al suo interno a maggioranza dei propri componenti.
2 - Esso cessa dalla carica secondo le norme di cui al successivo articolo 12 e qualora non ottemperi a quanto disposto nei precedenti articoli 6, comma 4 e 7.
3 - Il presidente rappresenta legalmente l' associazione nei confronti di terzi e in giudizio. Convoca e presiede le riunioni dell' assemblea e del Consiglio Direttivo

Art. 9 - Segretario

Il segretario coadiuva il presidente ed ha i seguenti compiti:
- provvede alla tenuta e all'aggiornamento del registro degli associati;
- provvede al disbrigo della corrispondenza;
- è responsabile della redazione e della conservazione dei verbali delle riunioni degli organi collegiali e del collegio arbitrate;
- provvede alla tenuta dei registri e della contabilità dell'associazione nonchè alla conservazione della documentazione relativa alle entrate ed alle uscite con l'indicazione nominativa dei soggetti eroganti e di coloro ai quali è stata effettuata l'erogazione;
- provvede alla riscossione delle entrate ed al pagamento delle spese, in conformità alle decisioni del Consiglio Direttivo.

Art. 10 - Attività dell’Associazione
1 – Ricerca di canti popolari Umbri.
2 – Animazione con sceneggiate canore presso sagre popolari, case di riposo, case di accoglienza e feste private.
3 – Collaborazione con altri Enti di volontariato per la realizzazione di mostre e spettacoli a scopo di beneficenza.

Art. 11 - Durata delle cariche

1 - Tutte le cariche sociali hanno la durata di tre anni e possono essere confermate.
2 - Le sostituzioni e le cooptazioni effettuate nel corso del triennio decadono allo scadere del triennio medesimo.

Art. 12 - Risorse economiche
1 - L'associazione trae le risorse economiche per il suo funzionamento e per lo svolgimento della propria attività da:
a - quote e contributi degli associati;
b - eredità e donazioni;
c - erogazioni libere degli associati o di sostenitori.
2 - I fondi sono registrati in cassa dell’ Associazione, tramite registro contabile, a cura del segretario.

Art. 13 - Quota sociale
1 - La quota associativa è fissata dall'assemblea. Essa è annuale; non è frazionabile e non è ripetibile in caso di recesso o di perdita della qualità di associato.
2 - L'associato non in regola con il pagamento delle quote sociali non può partecipare alle riunioni dell'assemblea né prendere parte alle attività dell'associazione. Esso non è elettore e non può essere eletto alle cariche sociali.

Art. 14 - Modifiche all'atto costitutivo ed allo statuto
1 - Le proposte di modifica dell'atto costitutivo e dello statuto possono essere presentate all'assemblea da uno degli organi o da almeno cinque associati. Le relative deliberazioni sono approvate dall'assemblea con il voto favorevole della maggioranza assoluta degli associati.

Art. 15 - Scioglimento
1 - Per deliberare lo scioglimento dell'associazione, occorre il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.
2. - Il patrimonio residuo, in caso di scioglimento, cessazione o estinzione, dopo la liquidazione, deve essere devoluto a favore di  altre organizzazioni di volontariato o a fini di utilità sociale.

Art. 16 - Norma di rinvio

1 - Per quanto non previsto dal presente statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia, con particolare riferimento a quanto stabilito dalla legge n. 266/91.

Il presente Statuto è costituito di art. 16.

 

Partners

CISL Foligno
Unione Sindacale Territoriale

promo CISL

ETSI CISL
Ente Turistico Sociale Italiano

promo CISL

FNP CISL
Federazione Pensionati

promo CISL

INAS CISL
Assistenza Sociale

promo CISL

CAAF CISL
Assistenza Fiscale

promo CISL